Home > Moneta Complementare > La liquidità diminuisce e la Moneta Complementare cresce: le principali iniziative italiane

La liquidità diminuisce e la Moneta Complementare cresce: le principali iniziative italiane


Moneta Complementare in Italia

Moneta Complementare in Italia

La Moneta Complementare non è più un tabù ormai e anzi si diffonde sempre più rapidamente grazie alla sua funzione “anti-crisi” che garantisce un risparmio di cassa e di risorse liquide e, al contempo, uno sviluppo economico sostenibile slegato da logiche finanziarie quali l’indebitamento finanziario e i relativi interessi sul debito.

Ma a che punto siamo in Italia? Facciamo un’analisi, in ordine cronologico, delle realtà attive sviluppate o in fase sperimentale:

  • EuroBexB: la società BexB, nata nel 2001 a Brescia, presenta al mercato industriale e commerciale italiano il Corporate Barter (o compensazione multilaterale), realtà ampiamente sviluppata negli Stati Uniti (dove copre il 2% del PIL) e in Svizzera (con Wir Bank). All’interno del Network le aziende associate (oggi oltre 2200) acquistano beni e servizi senza pagare in moneta tradizionale (o solo in parte con moneta tradizionale), ma pagando con nuove vendite alle imprese del circuito.. un vero e proprio baratto evoluto poiché lo scambio è diventato multilaterale! Tutto ciò è possibile grazie alla gestione di un sistema di crediti e debiti commerciali (a tasso zero, essendo non bancari) in EuroBexB: una vera e propria unità di conto che regola gli scambi in compensazione multilaterale. Tale sistema permette alle aziende di risparmiare liquidità e costi di finanziamento, ma anche di aumentare le proprie vendite. E’ importante valutare anche il positivo impatto sul mercato circostante: i costi risparmiati dalle imprese possono trasformarsi, ad esempio, in investimenti di ricerca e sviluppo o nell’assunzione di nuove risorse umane. [www.bexb.it]
  • SCEC: nata a Napoli nel 2007 la moneta SCEC (Solidarietà che Cammina) è rivolta principalmente al commercio locale e oggi si sta diffondendo anche su scala nazionale sotto il coordinamento di ArcipelagoSCEC. La Moneta SCEC funge da buono sconto utilizzabile presso i commercianti aderenti per una percentuale sul prezzo che può variare dal 5 al 30. Per ottenere gli SCEC è necessario iscriversi all’associazione versando un contributo libero dato che l’iniziativa non ha scopo di lucro e si autosostiene. La moneta complementare SCEC è senza dubbio un’iniziativa di notevole impatto sociale e di forte sostegno all’economia locale considerando che in questo momento nei portafogli dei consumatori si vedono sempre meno Euro! [www.scecservice.org/wp/]
  • Sardex.net: è il 2009 quando nella splendida Sardegna tre ragazzi intuiscono la potenzialità della Moneta Complementare e sviluppano Sardex la moneta a chilometri zero! Si può definire una moneta locale rivolta appunto al mercato locale e quindi a favore dello sviluppo dell’economia sarda: il successo è arrivato molto rapidamente e la diffusione nell’isola ha raggiunto quota 400 aziende iscritte. Il circuito è basato sul sistema di crediti e debiti commerciali della compensazione multilaterale e il suo scopo è, come evidenziato nel sito Sardex.net, “far si che centinaia di imprese in Sardegna si sostengano reciprocamente a tasso zero”. Se il modello funziona nell’isola sarda allora perché non replicarlo nell’altra grande isola italiana? Dopo l’esperienza di Sardex si prevede la nascita di un circuito gemello nell’isola sicula: anche la Sicilia avrà la sua Sicanex! [www.sardex.net]
  • Banca del tempo: ne parliamo pur non trattandosi di una vera e propria moneta complementare. Le BdT sono associazioni basate sullo scambio gratuito di tempo in cui ogni socio mette a disposizione le proprie competenze e abilità, ovviamente misurate in ore lavoro.
  • Monete locali: recentemente stiamo assistendo a diverse iniziative sviluppate da alcune amministrazioni o associazioni locali. A Pisa è stata ideata, da parte dell’associazione culturale “La colonna di Traiano”,  una banconota che ha il valore di un’ora di lavoro, cioè 7 Euro e 50 centesimi, per consentire alle persone di scambiarsi beni e servizi; a Varese è stata proposta la valuta locale “Bosino” per rilanciare l’economia dell’Insubria; a Torino la giunta comunale sembra sia propensa all’erogazione della moneta Taurino direttamente da parte delle banche cittadine.

Continueremo a seguire tutte le iniziative di Monete Complementari nel mondo prestando particolare attenzione a quelle Made in Italy anche grazie alle vostre segnalazioni!

Advertisements
  1. giugno 6, 2012 alle 18:02

    Innanzitutto complimenti per l’articolo. Alle principali iniziative italiane di Corporate Barter mi permetto di aggiungerne un paio: Cambiomerci.com e Visiotrade.com. Inoltre farei un distinguo tra aziende quali BexB e Sardex, che al pari di CambioMerci e Visiotrade sono network B2B, e realtà quali Arcipelago Scec, che rappresentano associazioni senza fini di lucro e che lavorano anche B2C, perciò sono aperte anche ai privati.

  2. Anonimo
    giugno 25, 2012 alle 12:06

    se non fosse per la quota associativa per aderire ai vari circuiti, sarebbe veramente una soluzione interessante.

  3. Alex
    giugno 25, 2012 alle 12:16

    A proposito di moneta complementare, mi permetto di aggiungere questo concetto: OGGI la NOSTRA MONETA nasce di PROPRIETA’ della banca che la emette prestandocela invece che di proprietà degli Stati ovvero dei Cittadini. Il SIMEC rappresenterebbe una possibile e concreta soluzione nell’interesse del Cittadino. http://www.simec.org

  4. Carlo
    marzo 7, 2013 alle 17:29

    Sarebbe possibile estendere la moneta complementare a tutto il territorio nazionale, affiancandola all’euro? Ovviamente senza che fosse convertibile e riservata solo alla circolazione domestica? Se non fosse possibile un suo corso forzoso (chiaramente in percentualae: ipotesi 30% sugli acquisti) potrebbe esserne incentivata la circolazione e l’accettazione mediante una tassazione a cedolare secca (es. 15/20%) sugli incassi ottenuti in questa moneta. Imposta da pagare sempre con questa moneta. La moneta complementare dovrebbe essere solo elettronica (affiancare al comune bancomat in euro un bancomat in m.c.) e, per favorirne la circolazione, assegnarle un tempo determinato di validità entro il quale dovrebbe essere spesa.
    Si potrebbe cominciare col pagare una parte degli emolumenti dei pubblici dipendenti e dei pensionati in moneta complementare. Per esempio, un 80% degli attuali emolumenti in euro e un 20% in m. c. Stipendi e pensioni potrebbero poi essere aumentati, in m. c., di una percentuale del 10/15% medio. Se è vero che stipendi pubblici e pensioni ammontano a quasi 400 miliardi annui, avremmo un aumento di liquidità di 40/60 miliardi che determinerebbe un notevole incremento della domanda e, conseguentemente, della produzione e dell’occupazione.
    A parte i dettagli e le modalità, ovviamente tutti da studiare, questa mia ipotesi è assolutamente assurda, impraticabile, folle?
    Mi piacerebbe che chi se ne intende molto più di me dicesse la sua e si aprisse un dibattito.
    Se si tratta di una …fesseria, aggiungetela alle tante che già si leggono sul web.
    Grazie!

  5. giugno 27, 2013 alle 03:45

    I blog often and I seriously thank you for your
    information. This great article has really peaked my interest.
    I am going to bookmark your blog and keep
    checking for new details about once a week. I subscribed to
    your RSS feed as well.

  6. luglio 9, 2013 alle 23:31

    The vaccines are provided at no cost to doctors who serve children who are under 5 years old and is highly contagious — over 90% of nonimmune individuals will develop
    Liver Cirrhosis Or Fibrosis following exposure.

  7. agosto 14, 2013 alle 14:38

    Hello, i think that i noticed you visited my blog thus i got
    here to return the choose?.I am attempting to find
    issues to improve my site!I assume its ok to use some of your ideas!!

  8. gennaio 17, 2014 alle 12:40

    Everything is very open with a very clear description of the issues.
    It was definitely informative. Your site is very helpful. Thank you for
    sharing!

  9. febbraio 27, 2014 alle 13:09

    Grazie a Valgi per la citazione! Se volete rimanere aggiornati sulle nostre iniziative e sulla moneta complementare visitate il nostro sito: http://www.visiotrade.com/
    😉

  10. giugno 10, 2014 alle 11:44

    It’s going to be end of mine day, however before end I am reading this impressive post to increase my knowledge.

  11. settembre 16, 2014 alle 09:09

    If you are going for finest contents like myself, only pay a visit this site everyday because it offers feature
    contents, thanks

  12. dicembre 5, 2014 alle 02:45

    I will immediately take hold of your rss feed as I can’t in finding your e-mail subscription hyperlink or newsletter service.

    Do you have any? Please let me recognize so that I may just subscribe.
    Thanks.

  13. dicembre 19, 2015 alle 03:51

    You should always limit your choice to your personal usage and should not be distracted by add
    on features available on other washing machines to cause
    and ensure that you stay within your budget and get the
    most appropriate product which corresponds to your requirements.
    The circuit may be used as a home protection system and installed inside the existing
    main switch board with the relay contacts connected in series with the mains
    supply line. In 1985, the 35-year-old poor teacher Zhang Jisheng caught
    the sea, creating a triple (to take engineering, agriculture,
    scientific research and the meaning of the
    tripartite consortium) group.

  1. settembre 10, 2012 alle 07:00
  2. settembre 10, 2012 alle 09:04
  3. settembre 11, 2012 alle 06:40
  4. novembre 12, 2014 alle 06:55
  5. dicembre 15, 2014 alle 07:08

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...